fitness disability

Fitness per disabili

Mantenersi attivi facendo esercizio fisico è importante per persone con mobilità ridotta per rimanere in salute. Ci sono tantissimi tipi di moto che chi è affetto da disabilità può praticare, in base al tipo di disabilità.

I benefici di fare attività fisica includono il miglioramento della circolazione sanguigna, della postura, della flessibilità e del tono muscolare. È inoltre più facile mantenere un peso salutare, eliminare le tossine e avere livelli di energia più alti. Le endorfine, gli ormoni rilasciati nel nostro cervello mentre facciamo ginnastica, aiutano anche a ridurre la tensione, prevenire la depressione e migliorare l’umore.

Siete convinti? Ecco alcune idee fitness per disabili.

Pesi

Il sollevamento pesi è un esercizio alla portata di tutti poiché ci sono pesi di tutte le dimensioni e possono essere usati con varie parti del corpo. Per esempio: le braccia, i gomiti, i piedi, le gambe, le ginocchia, il bacino e le spalle. Questo sport si può fare direttamente da casa, anche davanti alla TV.

Giochi di squadra in sedia a rotelle

Praticare giochi di squadra è un ottimo modo per migliorare la propria autostima e fare nuove amicizie. È importante coltivare nuove relazioni al di fuori della propria famiglia. Stabilire un rapporto con persone affette da disabilità simile alla propria è spesso un’esperienza positiva.

Il basket, il rugby, il tennis e l’hockey in carrozzina sono sport perfetti per migliorare la propria salute cardiovascolare e sono anche attività divertenti. Ogni gioco è stato adattato per essere praticato dalla sedia a rotelle. Per esempio, nel tennis la palla può effettuare due rimbalzi, mentre nel rugby si gioca al chiuso e il contatto tra sedie a rotelle è ammesso.

Corsa in carrozzina

Fare degli sprint in carrozzina, preferibilmente su una pista da corsa, aumenta il battito cardiaco. Correre in carrozzina è un’attività aerobica a tutti gli effetti. Se avete energia da vendere, questo è lo sport adatto a voi. La parte migliore? Correre è gratis.

Yoga per disabili

Per migliorare flessibilità, respirazione e concentrazione, potete provare lo yoga. Gli esercizi, che non sono vigorosi, possono essere fatti direttamente dalla sedia a rotelle utilizzando braccia e schiena.

Paraciclismo

Se vi potete permettere di comprare una bicicletta manuale, perché non vi dedicate al paraciclismo? Potete optare per una handbike non collegata alla carrozzina e quindi indipendente, oppure una collegata alla carrozzina, adatta a fare sport a casa. Praticare il paraciclismo vi farà sudare e vi aiuterà a sviluppare braccia forti.

Nuoto per disabili

L’acqua è spesso usata come strumento terapeutico e gli sport acquatici sono spesso raccomandati per la riabilitazione o il trattamento di disabilità neurologiche, come lesioni al midollo spinale, trauma cranico, incidenti cerebrovascolari, malattie neurologiche degenerative e atrofie spinali.
In base al tipo di disabilità, si può scegliere tra il nuoto, l’acqua gym, lo stretching passivo e l’idroterapia.

Sci accessibile

Se amate gli sport invernali e la neve, potete lanciarvi sullo sci accessibile. Scegliete tra sci dadiscesa, sci di fondo, snowboard, nordic walking e winter nordic walking. Questi sono tutti sport con vista panoramica.

Giardinaggio

Essere attivi non significa fare grandi sforzi, basta muoversi. Se preferite un tipo di esercizio leggero e che potete fare a casa tutti i giorni, potete optare per il giardinaggio. Curare un giardino ci porta a passare tempo all’aria aperta e muoverci. È anche un ottimo metodo terapeutico per persone affette da patologia psichica.

Scherma in carrozzina

Preferite qualcosa di completamente diverso? Provate la scherma in carrozzina per migliorare destrezza e riflessi. La scherma, sport paralimpico dal 1960, viene praticata su sedia a rotelle fissa per permettere una maggior estensione dei movimenti delle braccia. Vi ricordiamo che è importante fare stretching prima di ogni allenamento per allungare e riscaldare i muscoli in modo tale da evitare lesioni.

Se vi abbiamo convinto a provare uno di questi sport, consultate prima il vostro medico o un fisioterapista per accertarvi che l’attività sia compatibile con il vostro tipo di disabilità e che tipo di movimenti vi darà maggiori benefici.

Quando vi danno il via libera, ci sono numerose strutture, dove poter informarsi a riguardo, come
centri ricreativi, centri sportivi, scuole, cliniche e ospedali.