Parcheggio disabili – Dove parcheggiare?

Avete ottenuto il contrassegno disabili di recente? Non è facile capire come usarlo nel pieno rispetto della legge. Infatti, molte persone hanno dubbi anche dopo anni di utilizzo. Per questo motivo, abbiamo riassunto tutte le norme per il parcheggio disabili sul blog.

Ecco dove il pass disabili permette di parcheggiare:

Negli spazi riservati

In qualsiasi parcheggio pubblico, i posti contrassegnati da una persona su sedia a rotelle sono utilizzabili gratis. Fanno eccezione quei posti personalizzati, appartenenti a un singolo titolare di contrassegno. Questi sono ben marcati.

Nelle aree di parcheggio a tempo determinato

Negli spazi che prevedono l’uso del disco orario, i mezzi al servizio di disabili sono autorizzati a parcheggiare senza limiti di tempo e senza esposizione del disco, nei Comuni in cui è previsto.

Nei parcheggi a pagamento

Nelle zone con posti segnalati dalle linee blu, se stabilito dal Comune, potrete parcheggiare gratis. Basta telefonare alla Polizia Locale per accertarsi che la norma sia vigente in quella circoscrizione.

Nelle zone a traffico limitato (ZTL) e a sosta limitata (ZSL)

Potrete parcheggiare nelle zone a traffico e sosta limitata senza limiti quando queste prevendono l’accesso a veicoli per trasporto di disabili.

Nelle zone di traffico controllato (ZTC) e nelle zone pedonali urbane (APU)

Potrete parcheggiare nelle zone di traffico controllato e in quelle pedonali urbane, se queste prevendono l’accesso a veicoli per trasporto di disabili.

In caso di blocco, sospensione o limitazione della circolazione

Nei casi in cui il traffico sia bloccato, sospeso o limitato in una certa zona per motivi di sicurezza pubblica o di pubblico interesse, o per obblighi e divieti anti-inquinamento (come il traffico a targhe alterne), potrete accedere e parcheggiare nella zona presentando il pass.

Nelle zone di divieto o limitazione di sosta

Se avete necessità di parcheggiare in una zona di divieto o limitazione di sosta, potrete farlo, purché il veicolo non sia d’intralcio alla circolazione.

In nessun caso è permessa la sosta in luoghi in cui il veicolo crea intralcio o pericolo per la circolazione. In caso di varchi elettronici, è opportuno chiamare la Polizia Municipale in anticipo per fornire il numero di targa del veicolo.

Anche muniti di contrassegno disabili, non potrete sostare:

  • Dove c’è divieto di sosta con rimozione forzata,
  • Dove c‘è divieto di fermata,
  • In corrispondenza di passi carrabili, attraversamenti pedonali o ciclabili, ponti, dossi, cavalcavia, strettoie, passaggi a livello, gallerie, segnaletica verticale occultandone la vista, aree di fermata bus e corsie di scorrimento dei mezzi di trasporto pubblico,
  • In prossimità di intersezioni,
  • In seconda fila, su marciapiedi, su piste ciclabili e contro il senso di marcia,
  • Nelle aree destinate a mezzi di soccorso e Polizia,
  • In aree adibite a mezzi pubblici e di carico e scarico di merci,
  • In spazi personalizzati con apposita segnaletica e numero di autorizzazione,
  • Nelle zone a traffico limitato quando non è autorizzato l’accesso a servizi di trasporto e di pubblica utilità,
  • Nelle aree pedonali urbane, quando non è autorizzato l’accesso a servizi di trasporto e di pubblica utilità.

Consigliamo quindi di telefonare al proprio Comune di residenza o la Polizia Locale per informarsi su spazi blu, parcheggi a tempo determinato, zone a traffico limitato e aree pedonali urbane. Non troverete sempre un parcheggio adibito a mezzi per disabili libero, quindi conviene sapere le regole.

Qualora vogliate recarvi in un altro Comune, specialmente negli orari di punta o durante le feste, conviene sempre telefonare in anticipo per confermare le norme vigenti per godervi un viaggio più rilassato.

E se siete in dubbio e la Polizia Locale non risponde, potete sempre optare per una sosta momentanea per lasciare scendere la persona disabile dal veicolo, se ne avete la possibilità.